Un occhio alla salute

Il 23% delle donne e il 13,8% degli uomini hanno riferito una “reazione avversa a prodotti cosmetici o a prodotti per igiene personale” in un anno. Se si individuano gli ingredienti responsabili di tali reazioni, si possono facilmente evitare con un'attenta lettura dell'etichetta.

Le reazioni avverse

I cosmetici, anche se utilizzati correttamente, possono causare reazioni avverse.

La maggioranza di esse interessano il derma e sono riconducibili a dermatite irritativa da contatto (DIC) e dermatite allergica da contatto (DAC).

Altre patologie legate all’uso di cosmetici sono rappresentate da orticaria da contatto, caratterizzata dall’insorgenza, in breve tempo, di ponfi nelle sedi di contatto del cosmetico, fotodermatiti tossiche ed allergiche (es. scatenate dall’essenza di bergamotto e successiva esposizione alle radiazioni solari), dermatiti pigmentarie.

La dermatite irritativa da contatto

La dermatite allergica da contatto

La segnalazione

Chiunque manifesti reazioni avverse connesse all’uso di prodotti cosmetici può notificarlo al Ministero della Salute utilizzando un’apposita scheda di segnalazione.

Anche se la reazione è di lieve entità, e si risolve senza l’intervento di un medico, la comunicazione è importante perché serve a migliorare il sistema di vigilanza sul mercato dei prodotti cosmetici.

La segnalazione, oltre che dal cittadino, può essere effettuata dai professionisti che applicano cosmetici nella loro attività, come estetisti o acconciatori, o dai professionisti del settore sanitario (medici, dermatologi, farmacisti, ecc.).

Approfondimenti sulle finalità della segnalazione e sulle modalità per effettuarla sono disponibili sul sito del Ministero della Salute.

Data di pubblicazione: 28/11/2016 12:16