Deodoranti senza alluminio?

Diversi Enti concordano sull'opportunità di limitare nei deodoranti la presenza di alluminio perché rischioso per la salute.

Il Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano ha stilato una lista di deodoranti senza alluminio presenti sul mercato. Ma perché i consumatori dovrebbero evitare i prodotti che contengono tale ingrediente?

I sali di alluminio, utilizzati nella formulazione dei deodoranti per la loro azione antitraspirante, possono risultare irritanti per la pelle e, preoccupazione ben più seria, alcuni studi mettono in relazione l’insorgenza di cancro al seno con l’esposizione all’alluminio per via cutanea.

L’Agenzia francese ANSM (Agence Nationale de Sécurité du Médicament et des produits de santé) in una recente valutazione del rischio esclude tale correlazione ma, per tutelare la salute dei consumatori, propone di introdurre il limite dello 0,6% alla concentrazione di alluminio nei deodoranti e di inserire in etichetta l’indicazione che tali prodotti non devono essere applicati su pelle irritata o lesa, condizioni che ne aumentano l’assorbimento.

Di questo argomento si era occupato nell’aprile 2012 anche “Il Salvagente” pubblicando un’ampia inchiesta sul tema e rilanciando i risultati dei test effettuati da un’associazione di consumatori francese che aveva rilevato quantità elevate di alluminio in ben 6 prodotti su 14 analizzati.

Fonte: Centro Tutela Consumatori Utenti, Bolzano

File allegati

Data di pubblicazione: 15/05/2017 12:26