Le indicazioni obbligatorie

L’etichettatura dei prodotti cosmetici è disciplinata dall’articolo 16 del Regolamento (CE) n.1223/2009 che stabilisce che sulla confezione siano obbligatoriamente riportate queste informazioni:

  • nome o ragione sociale e indirizzo della persona responsabile, anche in forma abbreviata, purché sia possibile l'identificazione di tale persona e del suo indirizzo;

  • paese di origine dei prodotti importati (extra-Ue);

  • quantità di prodotto in peso (g) o volume (ml), se superiore a 5 g/ml. Questa indicazione non è obbligatoria per campioni gratuiti o monodose né per quelli commercializzati “per insieme” di pezzi (es. confezioni contenenti più fiale singole). In quest’ultimo caso, se rilevante, deve essere indicato sull’imballaggio esterno il numero di pezzi e il peso/volume complessivo;

  • durata minima, se inferiore a trenta mesi. Si compone, nell’ordine, dell’indicazione di mese e anno. E’ preceduta da un simbolo (clessidra) o dalla dicitura: “da usare preferibilmente entro ….” e dice per quanto tempo il prodotto, correttamente conservato, continua a svolgere la sua funzione originaria. Se necessario, vengono precisate anche le condizioni da rispettare per garantire la durata indicata;

  • periodo di post-apertura o PAO (Post Opening Period), quando il prodotto dura più di trenta mesi. Il PAO è riportato con un simbolo (vasetto aperto) seguito da un numero e da una lettera (m = mesi) e dice per quanto tempo il prodotto, dopo essere stato aperto, può essere utilizzato senza effetti nocivi per la salute;

  • precauzioni d’uso, come ad esempio: “evitare il contatto del prodotto con gli occhi”, “tenere lontano dalla portata dei bambini”, ecc.;

  • lotto di fabbricazione o altro riferimento che permetta di identificare il prodotto. Questa indicazione può figurare anche solo sull’imballaggio se non vi è spazio sulla confezione;

  • funzione del prodotto, a meno che non sia chiara dalla presentazione del prodotto stesso;

  • elenco degli ingredienti, preceduto dal termine “ingredients”, riportati in ordine decrescente di peso secondo una nomenclatura comune (INCI, International Nomenclature Cosmetic Ingredients). Gli ingredienti presenti in percentuale inferiore all’1% vengono indicati in ordine sparso dopo tutti gli altri. I nanomateriali sono indicati con la parola "nano" fra parentesi dopo il nome della sostanza.

Se, per questioni di spazio, non è possibile riportare le precauzioni d’uso e l’elenco degli ingredienti sul contenitore a diretto contatto con il prodotto e/o sull’imballaggio esterno, queste devono essere contenute in un foglio, una fascetta o un cartellino allegati, a cui il consumatore viene rimandato tramite un’indicazione (es. “vedi foglio di istruzioni interno”) o un simbolo (libro aperto con mano che indica).

Quando non è possibile neppure questo (es. perle da bagno, matite per occhi, ..), esse devono figurare su un avviso collocato in prossimità del contenitore nel quale il prodotto è esposto per la vendita.

Data di pubblicazione: 24/11/2016 11:54